L’ABISSO: DAVIDE ENIA RACCONTA L’ESPERIENZA DELLO SBARCO AL TEATRO SANNAZARO

0
198

Davide Enia affronta un tema di massima attualità, gli sbarchi dei migranti a Lampedusa con “L’abisso”, in programmazione dal 22 al 24 marzo al Teatro Sannazaro

Dal 22 al 24 marzo il Teatro Sannazaro porta in scena “L’abisso”, per la regia di Davide Enia, con musiche di Giulio Barocchieri.

“L’abisso” tocca un problema di massima importanza: la questione dei migranti. Lo spettacolo è tratto da un romanzo dello stesso regista, Davide Enia, vincitore del Premio letterario internazionale “Mondello” 2018: “Appunti per un naufragio”.

Gli sbarchi a Lampedusa, l’incontro tra culture differenti, tutto questo e molto altro viene raccontato con cura dei dettagli in “L’abisso”, utilizzando il linguaggio tipico del teatro: il gesto, il canto, il cunto.

Davide Enia si fa per noi testimone di una realtà che ormai ci vede tutti coinvolti in prima persona. Per avere completa coscienza di quanto accade a Lampedusa, Enia ha trascorso molto tempo sull’isola, dialogando con sommozzatori, Guardia Costiera, medici, volontari e tutte quelle persona che ogni giorno si danno da fare nei programmi di accoglienza. Ciò che viene raccontato in “L’abisso” è anche il fattore emotivo, che gioca un ruolo importantissimo in queste situazioni di grande disagio e anche paura dopo un lungo e precario viaggio.

INFORMAZIONI UTILI

Dove: Teatro Sannazaro, via Chiaia 157 – Napoli

Quando: dal 22 al 24 marzo ore 21.00